Viaggiare è il desiderio di tutti e tra le mete preferite c'è l'Australia con le sue città, i monumenti, ma anche per la particolare flora e la fauna. Per poter viaggiare in Australia non basta avere il passaporto, occorre anche avere il visto, ecco come ottenerlo in modo semplice.

Il Visto per l'Australia

L'Australia è la meta perfetta per chi ama vivere a contatto con la natura e allo stesso tempo vuole visitare città avveniristiche come Sidney, Melbourne o Canberra. Questo perché rispetto ad altri continenti ha avuto uno sviluppo piuttosto recente e quindi vi è una natura incontaminata, rappresentata anche dalla barriera corallina. Per poter arrivare in Australia è necessario avere il visto, questo è di due tipologie, per coloro che hanno il passaporto di Paesi dell'Unione Europea è necessario avere l'EVisitor, mentre per coloro che hanno un passaporto di un Paese fuori dall'Unione Europea è necessario avere l'ETA. Dal punto di vista pratico non cambia molto perché i documenti necessari per entrambi sono gli stessi ed offrono entrambi le stesse possibilità.

I documenti necessari per l'ingresso in Australia

Per ottenere il permesso di viaggiare verso l'Australia è possibile seguire le procedure previste sul sito Visto-Australia.it, basta compilare il form presente sul sito e completare la procedura con il pagamento di un piccolo contributo per avere il permesso. Il primo consiglio è richiedere il visto con anticipo rispetto alla data prevista per la partenza perché potrebbero esservi dei ritardi, di solito si consiglia di inoltrare la richiesta almeno due settimane prima. I documenti necessari sono il passaporto che deve avere una validità residua superiore ai sei mesi, una carta di credito e una casella di posta elettronica. Questi i documenti necessari, ma affinché si possa viaggiare verso l'Australia è necessario che si verifichino anche altre condizioni. In particolare l'Australia tende a proteggere la salute pubblica, per questo motivo non possono avere il visto per l'ingresso coloro che hanno contratto la tubercolosi. Inoltre per motivi di sicurezza coloro che vogliono entrare nel Paese non devono essere stati sottoposti a condanne penali con una pena superiore a 12 mesi di detenzione. Nel momento in cui si soddisfano tutti questi requisiti è possibile ottenere il Visto-Australia.it, questo è correlato al passaporto, cioè deve essere indicato sul visto il numero di passaporto.

Durata del visto turistico

Il visto ha comunque dei limiti, infatti permette di soggiornare per non più di 90 giorni che possono essere consecutivi o dilazionati nell'arco di un anno. La validità del visto per l'Australia è appunto di un anno, in seguito potrà essere rinnovato. Quello di cui si sta parlando è naturalmente un visto turistico che di conseguenza ha dei limiti anche per quanto riguarda i motivi del viaggio. Può essere utilizzato per un viaggio di piacere, cioè per visitare le bellezze dell'Australia, per fare visita a parenti, studiare in Australia per un massimo 3 mesi, ad esempio per seguire un corso di lingue. Si può utilizzare per attività inerenti il lavoro, ma in limitati casi, ad esempio per partecipare a convegni, per incontri che potrebbero in futuro avere risvolti nel mondo del lavoro, ma non può essere utilizzato per lavoro in senso stretto, cioè non si possono aprire attività in Australia, commerciare, non si può cercare lavoro, non si può svolgere alcuna tipologia di attività retribuita. In questo caso è necessario il visto denominato Business.

Cosa fare prima di partire

Ottenere il Visto-Australia.it non vuol dire avere la certezza di poter entrare nel Paese perché possono verificarsi dei fatti che lo impediscono. Ad esempio prima di intraprendere un viaggio è bene cercare la lista degli alimenti che possono essere introdotti nel Paese, infatti vi sono degli ortaggi, ma anche degli animali, che non possono essere introdotti. Ciò a salvaguardia della fauna dell'Australia. Se si stanno assumendo dei farmaci prima di intraprendere il viaggio è necessario verificare che gli stessi possano essere utilizzati anche in Australia. Vi sono sostanze che pur essendo lecite in Italia non lo sono in Australia, quindi questo implica che se si portano delle pillole alla dogana si viene sottoposti a controlli e potrebbe essere vietato l'ingresso. Criteri restrittivi vi sono anche per le droghe che non possono essere introdotte, anche se trattasi di droghe leggere. Pene molto severe sono previste anche nel caso in cui nella compilazione del modulo elettronico per il rilascio del visto siano inserite delle informazioni false o fuorvianti. Nel caso in cui non si rispettino queste regole è possibile essere fermati prima dell'ingresso in Australia e quindi di dover tornare indietro a proprie spese senza aver visitato il Paese, proprio per questo è bene porre attenzione.

Se il sogno è un viaggio in Australia il primo passo è la richiesta del visto, non rimandare!